Tucci diventa presidente dell’Area nord di Ser.A.F.

 

 

Frosinone, 22 Febbraio 2024 – SER.A.F. è un’Associazione di Comuni della Provincia di Frosinone nata ad agosto del 2004 per affrontare le problematiche relative all’istituzione di nuovi servizi conseguenti alla istituzione delle Leggi cosiddette Bassanini quali lo Sportello unico per le attività produttive e il marketing territoriale. Servizi finalizzati a incentivare e velocizzare nuovi investimenti produttivi sul territorio nazionale.

L’Associazione adesso conta 24 Comuni distribuiti in due specifiche Aree territoriale, quella a Nord della Provincia, da Paliano a Fiuggi, e quella a Sud, da Roccasecca a San Vittore del Lazio. La struttura di Governance dell’Associazione è stata rinnovata il 19 gennaio scorso. Il presidente dell’Associazione è ora il sindaco di Villa Santa Lucia, Orazio Capraro e il presidente dell’Area Sud è il sindaco di Cassino, Enzo Salera. La dott.ssa Enilde Tucci, assessore del comune di Serrone, è presidente dell’Area Nord.

La Tucci ha assolto a diversi incarichi come amministratore

Dopo la laurea conseguita presso la Sapienza, Università di Roma, ha seguito, nel 2007, il Master Raggi per professionalizzarsi in Organizzazione per lo Sviluppo locale.  Proprio in quell’anno SER.A.F. sviluppava nell’area Nord della provincia un processo di progettazione partecipata realizzando il cosiddetto “Progetto del Cesanese”. Vi parteciparono gli amministratori comunali, gli imprenditori del vino Cesanese, le scuole e gli enti istituzionali. Il progetto fu gestito dal prof. Renato Di Gregorio fondatore della metodologia utilizzata e responsabile della segreteria dell’Associazione dalla sua nascita.

Enilde Tucci si è messa subito a lavoro e proprio venerdì scorso ha invitato i sindaci dell’Area: Paliano, Serrone, Piglio, Acuto e Fiuggi, a una riunione programmatica assieme alla segreteria di SER.A.F.

Le prime dichiarazioni come presidente

«Abbiamo convenuto di operare per rendere ciclabile tutta la Via Francigena che corre sull’asse della Casilina così da accreditarla come itinerario culturale europeo al pari di quella che passa sull’Appia», dichiara la Tucci. «Abbiamo il conforto della Regione Lazio, che ha già fatto fare uno studio sui punti di miglioramento necessari, e abbiamo la cooperazione dei colleghi dell’Area Sud che condividono lo stesso obiettivo. Il Giubileo porterà milioni di persone a percorrere i Cammini che portano a San Pietro e dobbiamo attrezzare al meglio il Cammino e le modalità di accoglienza di coloro che lo percorreranno», ha affermato il neo èresidente.

Il sindaco del comune di Acuto, Augusto Agostini, le ha fatto eco e ha aggiunto che è pure opportuno valorizzare anche tutti gli altri Cammini che attraversano il territorio. «Ce ne sono molti e sono così piacevoli che erano apprezzati anche da papa Wojtyla, Giovanni Paolo II che veniva qui per passeggiare con tranquillità», ha confermato il sindaco del comune di Piglio, Mario Felli.

A breve la riunione degli amministratori delle due Aree per lavorare assieme per progettare la Fiera internazionale dell’Ergonomia dei Cammini che l’Associazione conta di realizzare a Ottobre prossimo a Cassino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *